Input your search keywords and press Enter.

Abusivismo edilizio, CFS sequestra fabbricato a Corato

Nell’ambito di un’operazione volta a combattere l’abusivismo edilizio nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, i Comandi Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Ruvo di Puglia e di Corato hanno posto sotto sequestro un immobile in corso di realizzazione (foto), in località Boschigni dell’agro di Corato (BA).

Secondo i forestali,  era stato abbattuto un fabbricato preesistente e, quindi, se ne stava costruendo uno nuovo con aumento della volumetria, senza aver  richiesto le dovute  autorizzazioni paesaggistico-ambientali. Nella fattispecie, l’opera abusiva era celata da una SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) palesemente illegittima, che dichiarava lavori di restauro conservativo. Con questo escamotage, i progettisti e la committenza hanno bypassato la regolare procedura che, per lavori che portano ad un organismo diverso dal precedente per sagoma, prospetti e volume, prevede il rilascio di apposite autorizzazioni ambientali.

Dopo l’esecuzione del sequestro preventivo gli agenti hanno provveduto a depositare alla Procura della Repubblica di Trani la relativa comunicazione di reato a carico del committente dei lavori, del progettista, del direttore dei lavori e del costruttore.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *