Home Ecostyle Abbigliamento senza PFC e sostenibile

Abbigliamento senza PFC e sostenibile

721
0
SHARE
abbigliamento senza PFC
Photoshoot for Fjallraven for the American Fjallraven Classic.

Viaggiare con abbigliamento senza PFC e sostenibile: se ne parla sabato 25 marzo alle 14.45 a Be Nordic con Fjällräven

Abbigliamento senza PFC sarà presentato a Be Nordic, l’evento organizzato da Visit Denmark, Visit Finland, Visit Norway, Visit Sweden all’Unicredit Pavillion a Milano.

Il 25 marzo il marchio svedese Fjällräven presenterà la conferenza “The Fjällräven Way – in viaggio con la sostenibilità” a cura di Aiko Bode, capo della sostenibilità dell’azienda svedese.

In una giacca shell, vi siete chiesti come mai l’acqua si raggruppa in perle e poi scivola via velocemente? È l’impermeabilizzazione che rende questo possibile.

Purtroppo, però, i più resistenti ed efficaci trattamenti per le superfici contengono sostanze chimiche conosciute come PFC e impiegate in particolar modo nei prodotti destinati all’outdoor.

LEGGI ANCHE: H&M , moda “usa… e non getta” con abiti usati

Negli ultimi mesi i riflettori dei media sono sempre più puntati sugli effetti dannosi e pericolosi di queste sostanze, che si sono rivelate nocive per l’uomo, gli animali e la natura.

Effetti benefici dell’abbigliamento senza PFC

A preoccupare maggiormente è anche la presenza di tracce di PFC in punti molto remoti del nostro pianeta. Il marchio svedese Fjällräven, specializzato nella produzione e fornitura di capi di abbigliamento senza PFC, accessori e attrezzature outdoor nel rispetto dell’uomo, degli animali e dell’ambiente, già nel 2012 si è profondamente attivato per l’eliminazione di queste sostanze pericolose.

Ma è nel 2015 che si è reso protagonista della svolta, bandendo completamente dalla sua produzione l’utilizzo di nocivi PFC.

Decidere di non utilizzare quest’impregnante così efficace, ma gravemente dannoso per l’ambiente, impone la necessità di reimpregnare l’indumento con un trattamento privo di fluorocarburi ogni volta che lo si lava.

Un compromesso ragionevole che non intacca l’efficienza del prodotto, ma evita la diffusione di tossine nocive nell’ambiente. Per scoprire di più su questo tema e sulla via della sostenibilità tracciata da Fjällräven per consentire ai viaggiatori di tutto il mondo di fare escursioni in qualunque luogo e in ogni condizione climatica senza lasciare tracce del proprio passaggio, l’appuntamento è fissato per sabato 25 marzo alle ore 14.45 presso l’Unicredit Pavillion a Milano.

A presentare l’impegno dell’azienda svedese ai fini della diffusione di una cultura aperta alla vita outdoor, ma con l’impegno di agire rispettosamente nei confronti dell’uomo, della natura e degli animali, sarà Aiko Bode, direttore della sostenibilità di Fjällräven.

La presentazione si inserisce all’interno di Be Nordic, la manifestazione unica in Italia dedicata al grande Nord e organizzata da Visit Denmark, Visit Finland, Visit Norway e Visit Sweden.

Dal 24 al 26 marzo Milano sarà infatti protagonista di eventi, workshop ed esperienze rigorosamente nordiche, per portare i visitatori, grandi e piccoli, in viaggio verso queste meravigliose mete alla scoperta di usi e costumi, tradizioni e innovazioni sull’abigliamento senza PFC.

Dopo la conferenza “The Fjällräven Way – in viaggio con la sostenibilità” Aiko Bode sarà a disposizione per interviste, da concordare preventivamente.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY