Input your search keywords and press Enter.

A Roma il primo museo del crimine ambientale

Sorgerà nel Bioparco di Roma il primo museo europeo dedicato ai crimini ambientali. Obiettivo del museo è far comprendere l’importanza di tutelare la biodiversità planetaria e nazionale.

Spiega il presidente della Fondazione Bioparco di Roma Federico Coccìa: «I danni provocati all’ambiente e alla biodiversità dalle organizzazioni criminali sono di dimensioni incredibili. Per questo, l’educazione del pubblico (e in particolare delle giovani generazioni) è fondamentale».

Il museo sarà realizzato in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato. Attualmente, i forestali conservano oltre 71mila reperti, derivanti da sequestri in ambito doganale e nel territorio nazionale (foto). L’Italia, infatti, rappresenta uno dei più importanti mercati di prodotti ed articoli derivati da specie animali e vegetali.

Nel museo saranno dunque esposti avorio grezzo e lavorato, monili, souvenir, conchiglie, carapaci di tartarughe, pelli, coralli e farmaci della medicina tradizionale cinese. Si tratta di materiale realizzato con parti di animali protetti e tutelati dalla Convenzione Internazionale di Washington (Cites), che regola il commercio delle specie protette.

Sempre nell’ambito dell’educazione ambientale, il Bioparco ospiterà prossimamente un’altra area tematica dedicata ai dinosauri ed una rassegna sulle invenzioni di Leonardo ispirate agli animali.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *