A Job&Orienta il successo di una scuola pugliese

IISS Lotti_andria
Gli studenti dell’IISS “Lotti- Umberto I” a Job&Orienta

L’Istituto Tecnico Agrario Umberto I di Andria unica scuola pugliese selezionata per Job&Orienta a Verona con un progetto sulla filiera olivicola

E’ pugliese una delle 5 scuole selezionate da Job&Orienta – la più importante fiera italiana dedicata all’Orientamento, alla Scuola, alla Formazione e al Lavoro – per i laboratori territoriali dell’Occupabilità. Si tratta dell’ all’IISS tecnico agrario “Lotti-Umberto I” di Andria.

La scuola si è presentata alla tre giorni di Job&Orienta dal 25 al 27 novembre a Verona, forte anche del risultato positivo emerso dall’indagine Eduscopio 2020/2021 – che ha segnalato l’alta percentuale di studenti diplomatisi presso l’istituto che lavora dopo il diploma.

LEGGI ANCHE: Mobilità sostenibile, premiati i giovani ideatori del video-spot dell’istituto “Salvemini”

I progetti ammessi a Job&Orienta, tramite il coinvolgimento sia degli studenti sia dei cosiddetti NEET (Not engaged in Education, Employment or Traning), favoriscono l’inserimento e il reinserimento dei giovani nel mondo del lavoro, mediante la valorizzazione delle specificità e delle vocazioni territoriali.

Il laboratorio Oligreen Tech Lab

Durante Job&Orienta, manifestazione organizzata dal MIUR, presso lo stand dell’Istituto Tecnico Agrario “Lotti- Umberto I”, numerose sono state le scolaresche che hanno assistito alle dimostrazioni pratiche dell’Oligreen Tech Lab, il primo laboratorio dell’occupabilità di altissima tecnologia dedicato alla filiera olivicola, attivato dall’Istituto andriese. Il laboratorio è, soprattutto, finalizzato alla creazione di un Hub Mediterraneo specializzato sulla filiera olivicola-olearia e delle olive da mensa che possa generare nel settore un’economia virtuosa su scala locale, regionale e nazionale.

job&Orienta_IISS Lotti_Andria
Foto di gruppo degli studenti dell’IISS Lotti-Umberto I insieme al dirigente scolastico Pasquale Annese

Gli alunni del Lotti-Umberto I hanno utilizzato spettrofotometro per verificare la presenza di clorofilla, coloranti, acido malico; Gcmasssa per l’analisi di pesticidi su olio, eftalati, plastificanti eventualmente presenti negli alimenti; Hplc per lo studio di polifenoli. Questi sono soltanto alcuni degli strumenti principali del laboratorio territoriale dell’Occupabilità attivato dall’Istituto Tecnico di Agrario di Andria e mostrati a Job&Orienta. Un successo che sottolinea ancora di più quanto sia importante per un paese puntare sulla scuola e sull’intera filiera dell’istruzione e della formazione.

“La presenza dell’istituto a Job Orienta su invito del MIUR insieme ad altre 4 scuole italiane – afferma Pasquale Annese, preside dell’IISS “Lotti- Umberto I” – è il riconoscimento esplicito alla bontà del progetto di creazione di un hub tecnologico unico in Italia della filiera olivicola. Le costosissime attrezzature (HPLC, spettrofotometro e GCmassa) consentono di effettuare analisi qualitative su matrici alimentari quali olio, vino, verdure ed altri prodotti alimentari. Un’opzione formativa in più per gli studenti dell’istituto agrario ed un servizio da esternalizzare anche a favore degli operatori esterni”.

Articoli correlati