A Bari 3mila alberi per il primo intervento di forestazione urbana

I primi mille verranno piantati nel Parco Urbano Asi, nella zona industriale. Gli alberi sono stati donati da Fastweb per riqualificare le aree verdi e compensare le emissioni di CO2 delle aziende

Offrire un contributo concreto alla rigenerazione urbana. È l’impegno che Fastweb sta portando avanti da Nord A Sud con interventi di forestazione e messa a dimora di migliaia di alberi. Dopo i parchi di Roma e Milano, oggi è toccato al Parco ASI nella zona industriale di Bari-Modugno. Qui sono stati piantati i primi piccoli alberi e arbusti di diverse specie tra cui roverella, ornello, ginestra, lentisco e filiera. Fino a sabato 4 dicembre saranno piantati i primi mille alberi e in tre anni si arriverà a quota tremila su tutta l’area che si estende su 10mila metri quadrati. Si tratta del primo grande intervento di forestazione urbana della città. 

Presenti a piantare i primissimi alberi: Antonio Decaro, sindaco del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli, assessore all’Ambiente e allo Sport del Comune di Bari, Paolo Pate, Presidente del Consorzio ASI, Nicola Bonasia, sindaco del Comune di Modugno, Anna Lo Iacono, senior manager of sustainability di Fastweb, Daniela Salzedo, direttrice Legambiente Puglia e Maria Assunta Vitelli, referente area sostenibilità di AzzeroCO2. 

L’iniziativa di Fastweb rientra in “Mosaico verde”, la campagna nazionale per la riqualificazione di aree urbane ed extraurbane e la tutela dei boschi esistenti e la tutela dei boschi esistenti ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente.

“Boschetti anti-smog” per il bene della comunità

L’obiettivo più ambizioso dell’intero progetto è quello di dar vita a dei veri e propri “boschetti anti-smog” che permettano di mitigare gli effetti negativi delle emissioni inquinanti e delle isole di calore, donando allo stesso tempo un apporto positivo al verde urbano.

Il sindaco di Bari Decaro ha parlato del boschetto voluto da Fastweb come di un esempio che spera possa essere “seguito da altre aziende presenti nella zona industriale e piantare alberi nelle aree intorno alle loro strutture. Quello di oggi -ha aggiunto Decaro – è il primo esempio di forestazione urbana. Nei prossimi mesi realizzeremo altri boschi urbani in altre zone della città a cominciare dal quartiere Japigia”.

A Decaro ha fatto eco l’assessore all’Ambiente e allo Sport, Petruzzelli. “Ogni albero, nel suo ciclo di vita, assorbe circa 700 kg di anidride carbonica – ha evidenziato -. Pertanto, è di tutta evidenza la portata di questo intervento di forestazione urbana che stiamo realizzando alle porte della città e il cui beneficio ricadrà sull’intero territorio cittadino”.

Anna Lo Iacono, manager della Sostenibilità di Fastweb ha sottolineato poi l’impegno di Fastweb: “Noi siamo impegnati nella lotta al cambiamento climatico e stiamo riducendo le nostre emissioni compensando quello che non riusciamo a ridurre. La nostra idea è che bisogna continuare a piantare alberi per rendere vivibili le nostre città sia da un punto di vista ambientale, sia da un punto di vista sociale”.

Qui le interviste complete

Articoli correlati