Input your search keywords and press Enter.

Pneumatici, si cambia

Dal 1° novembre anche gli pneumatici avranno la loro etichetta di qualità. L’etichetta valuterà alcuni parametri legati all’efficienza economica ed ambientale e alla sicurezza stradale, come la resistenza e il rumore esterno da rotolamento, e l’aderenza su bagnato. Avremo dunque pneumatici più sicuri ed efficienti dal punto di vista dei consumi di carburante, con bassi livelli di rumorosità. L’etichetta dovrà essere applicata a tutti i tipi di pneumatici destinati ad autovetture, veicoli commerciali leggeri e pesanti prodotti dopo il 1° luglio 2012 e sarà suddivisa in classi: dalla classe A (la migliore) alla classe G (la meno efficiente o peggiore).

La resistenza al rotolamento tra una classe A e una G può tradursi in un minore consumo di carburante fino al 7,5% ed anche di più nel caso di mezzi pesanti. Per quanto riguarda l’aderenza su bagnato, la differenza tra un prodotto di classe A ed uno di classe G può tradursi in un minor spazio di frenata fino al 30% (ad esempio per una vettura che viaggia a 80 Km/h la riduzione potrebbe essere fino a 18 mt in meno). Infine per valutare il rumore da rotolamento i valori sono espressi in decibel e sono previste 3 classi in relazione al numero delle barre. Il livello di rumorosità con tre barre nere è il peggiore, poiché supera il futuro valore limite europeo obbligatorio.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *