Input your search keywords and press Enter.

77ma Fiera del Levante con uno sguardo ad ambiente e territorio

Il Presidente del Consiglio Letta all'inaugurazione della Fiera del Levante

Fiera del rinnovamento, Fiera della tradizione, questa 77ma edizione della Campionaria barese, che ha visto lanciare dal Presidente del Consiglio Letta un annuncio che tale non è a prima vista, ma che vuole dire tanto: “Ripartiamo dal Sud”, il che significa guardare a tutte le opportunità di sviluppo che da solo il mezzogiorno può e sa promuovere.

Con questo intento la Fiera del Levante si presenta al pubblico di operatori specializzati e a quello dei visitatori comuni. Per questi ultimi, il gradito ritorno della Galleria delle Nazioni, vero must delle giornate settembrine baresi votate alla visita di stands multicolori. Anche la Galleria delle Nazioni, quest’anno, strizza l’occhio all’ambiente, perchè, oltre i sempre apprezzati prodotti gastronomici, per l’igiene della persona, di abbigliamento e arredamento, ci sono, solo per citare alcune delle proposte dei 25 paesi presenti, le bellissime ceramiche della Palestina realizzate secondo l’antica tecnica del torchio e della pittura a mano sul prodotto finito o i gioielli in foglie e fiori naturali lavorati “fait-main”. Sempre a disposizione del pubblico fino al 22 settembre, data di chiusura della Fiera, nel nuovo padiglione dell’arredamento inaugurato lo scorso anno, insieme alle varie proposte destinate all’arredamento, quella decisamente innovativa del Politecnico di Bari, che ha organizzato cinque postazioni fisse, dove un gruppo di giovani architetti sarà a disposizione di chi vuole ricevere un progetto ragionato degli interni della propria abitazione. L’aiuto dei tecnici è gratuito: basterà consegnare loro una piantina dello spazio che si vuole ristrutturare.

E sempre nel segno dell’innovazione sono gli appuntamenti in corso nel padiglione 19, dedicato all’edilizia abitativa. La parte del leone anche in questo caso la fanno le proposte che parlano il linguaggio della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica. Grazie all’attivazione di un Info Point, a cura di ANCE (Associazione Nazionale costruttori edili), Distretto Produttivo Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica, ANIEM (Associazione Nazionale Imprese Edili) e Politecnico di Bari, gli addetti ai lavori offriranno supporto tecnico ed informazioni sui recenti benefit di legge riguardanti le agevolazioni fiscali in materia, le ristrutturazioni e le valutazione energetiche personalizzate del proprio immobile. Tra gli eventi e le iniziative del settore la presentazione dei progetti SMART CITIES a cura dell’assessorato all’urbanistica del Comune di Bari. L’obiettivo strategico è quello di migliorare la qualità della vita degli abitanti delle aree urbane, per attivare investimenti e incrementare l’efficienza energetica delle città, cercando di ridurre del 40% entro il 2020 le emissioni di CO2. Tra le proposte, l’idea di allestire una postazione permanente di “Information Center” in Piazza Ferrarese, front desk per la pubblica amministrazione e per le imprese, per confrontarsi con i progetti di maggior successo nel campo dell’efficienza e del risparmio energetico, della mobilità urbana, dell’innovazione ICT nei servizi per il cittadino e per le imprese.

Tra gli eventi, da segnalare il dibattito ‘I cavalieri della strada. L’immaginario posturbano e l’estetica dei muri’, organizzato dalla galleria Doppelgaenger, di Bari e dedicato alla street art. Il capoluogo pugliese sta vivendo una intensa stagione di scoperta dell’arte di strada, come dimostra la simpatia con cui sono stati accolti i murales realizzati da famosi street artist in occasione della mostra “Fresh Flaneurs”. Per l’occasione, l’artista spagnolo Sam III esprimerà la sua creatività decorando un muro della Fiera.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *