“Parole appese” nei rifugi CAI Emilia Romagna

Tre serate nei rifugi del CAI Emilia Romagna per scoprire la narrativa di montagna. Con Parole appese, il Premio ITAS del Libro di montagna farà visita all’Appennino emiliano il 30 agosto, il 6 settembre e il 13 settembre prossimi.
Gli appuntamenti si terranno rispettivamente presso il Rifugio Duca degli Abruzzi (Lago Scaffaiolo, Comune di Fanano – MO, Parco regionale del Corno alle Scale), il Rifugio Cesare Battisti (località Lama Lite, Comune di Ligonchio – RE, Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano) e il Rifugio Giovanni Mariotti (Lago Santo, Comune di Corniglio – PR, Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano).

I tre eventi avranno al centro letture che spazieranno dall’alpinismo ai viaggi, dall’avventura alla vita in montagna: Massimo Max Goldoni, attore e scrittore, accompagnato da Daniele Faziani – primo sassofonista per le opere lirico–sinfoniche al Teatro Comunale di Bologna – ai fiati e percussioni, interpreterà una selezione di brani tratti da opere narrative partecipanti al Premio ITAS.

«Nell’area appenninica, e non solo, i rifugi non devono avere solamente un ruolo di ricovero, ma devono valorizzare e promuovere la musica, la letteratura e l’arte di montagna», ha dichiarato il Presidente del CAI Emilia Romagna Vinicio Ruggeri. «In questo modo i rifugi possono fungere da volano per l’economia delle Terre alte, oltre a permettere una loro frequentazione colta e consapevole«.

«Il Premio ITAS è certo il più antico e prestigioso premio del libro di montagna» ricorda Ermanno Grassi, Direttore generale di ITAS Assicurazioni di Trento; ma, sottolinea ancora, «è soprattutto un’occasione fondamentale per riflettere sullo stato di salute del rapporto tra uomo e ambiente montano, in tutte le sue sfaccettature. È anche per questa ragione che, dal 2013, abbiamo scelto come presidente della giuria l’emiliano Enrico Brizzi, esempio di narratore capace di dare del cammino, e del cammino anche in montagna, una visione aperta, ricca di mille risvolti».

In tutte le date il programma prevede dalle 18.00 aperitivo con letture e accompagnamento musicale, dalle 20.30 cena su prenotazione e, dalle 22.00, la proiezione di un film di montagna. Tutti e tre i rifugi sono facilmente raggiungibili in circa 45 minuti di cammino. Il rifugio Mariotti è raggiungibile anche con seggiovia.

È prevista la possibilità di rientro dopo l’aperitivo anche con accompagnamento a cura del rifugio (necessaria la luce frontale o la torcia), il bivacco e l’accompagnamento per gruppi.

Articoli correlati