Approvato il Protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi

La Camera dei Deputati ha definitivamente approvato il Protocollo Trasporti. A tutto vantaggio di un modello di mobilità integrata, che rende il nostro Paese sempre più competitivo con le altre realtà europee

Continua a leggere

Uno stambecco sulla vetta della Pania della Secca nelle Apuane

Le Alpi sono uno dei sistemi naturali più importanti per la biodiversità europea (una corona montuosa lunga 1.200 km per 191.000 kmq; la natura ospita 30.000 specie animali e 13.000 vegetali). Le Alpi, però, sono anche la catena montuosa più popolata e più massicciamente sfruttata al mondo: sono 14milioni le persone che abitano le Alpi, distribuite in circa 6.100 comunità; 120milioni i turisti che visitano le Alpi ogni anno; 150milioni il numero di persone che le attraversano ogni anno. E sul fronte : 100% l’aumento del traffico previsto nei prossimi 20 anni; 50% l’incremento del trasporto di passeggeri nei prossimi 20 anni. Per la protezione e lo sviluppo sostenibile dell’arco alpino, il 7 novembre 1991 a Salisburgo, Austria, Francia, Germania, Italia, Svizzera, Liechtenstein e UE hanno firmato la . La Slovenia ha firmato la Convenzione il 29 marzo del 1993. Un protocollo supplementare ha consentito l’accesso al Principato di Monaco. La Convenzione è entrata in vigore il 6 marzo 1995.

Il trasporto di merce su gomma era diventato un problema per l'ecosistema alpino

Dopo oltre venti anni dalla nascita della Convenzione Alpi e dopo dodici anni di tentativi andati a vuoto, la Camera dei Deputati ha definitivamente approvato il , l’ultimo dei protocolli attuativi che l’Italia non aveva ancora ratificato. Il vincolo giuridico del protocollo, favorisce, nel nostro Paese, il trasferimento del trasporto merci dalla strada alla , e segue l’indirizzo di un sistema di reti di trasporto a livello transazionale teso anche a migliorare la mobilità nelle Alpi, con benefici non solo economici ma anche per l’Ambiente. «Si pone così fine – spiega il Segretario Generale della Convenzione delle Alpi Marco Onida – alla anacronistica opposizione proveniente da alcune lobby dell’autotrasporto, a tutto vantaggio di un modello di mobilità integrata, che rende l’Italia, in particolare le regioni alpine, sempre più competitiva con le altre realtà europee».

Con il trasporto delle merci su ferrovia è migliorata la mobilità nelle Alpi a tutto vantaggio delle economie locali e dell'Ambiente

La firma arriva proprio nei giorni in cui il ha avviato la nuova Campagna per la tutela delle Alpi. La notizia è stata appresa con soddisfazione dall’associazione del panda, in vista del biennio 2013-2014 in cui il nostro Paese avrà la presidenza della Convenzione, per salvaguardare il prezioso ecosistema montano e promuoverne lo sviluppo sostenibile.  “La ratifica italiana al Protocollo era un tassello di grande importanza per l’applicazione concreta delle politiche di conservazione che la Convenzione si propone – dicono gli ambientalisti -. Il WWF, che con la campagna Alpi vuole rilanciare nel nostro Paese una nuova attenzione verso la protezione degli ecosistemi alpini, riserve di natura fondamentali per l’Europa intera, accoglie con entusiasmo questa decisione del Parlamento italiano, che permette al nostro Paese di presentarci nel 2013 alla guida della Convezione con tutte le carte in regola”. “Questo provvedimento – conclude la nota degli ambientalisti - mette così la parola “Fine” su alcuni progetti molto impattanti, quali la nuova autostrada Asti-Cuneo-Mercantour, la prosecuzione oltre confine della Alemagna – A27 e il completamento oltre Brennero del cosiddetto Ti-BRE Trirreno-Brennero”.

Per sensibilizzare il grande pubblico sull’importanza di tutelare gli ecosistemi dell’arco alpino, quest’anno è dedicata alle Alpi anche la terza Biodiversamente, il , week-end tra scienza e natura organizzato dal WWF in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS), che il 27-28 ottobre aprirà gratuitamente oltre 100 musei scientifici, science center, orti botanici, acquari, parchi naturali e Oasi WWF con centinaia di iniziative speciali in tutta Italia

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Featured, Top news e taggata come , , , , , , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>