Home Ambienti Salone del Mobile 2017, vincono qualità e innovazione

Salone del Mobile 2017, vincono qualità e innovazione

980
0
SHARE
Salone del Mobile 2017

Al Salone del Mobile 2017 prodotti italiani attenti a design, benessere e ambiente. Dal tessuto fonoassorbente che diventa opera d’arte alla sedia ergonomica ai divani a km 0

Solo con i numeri si può dare una  idea dell’importanza e del successo  del Salone del Mobile di Milano edizione 2017. Oltre 200.00 mq di superficie espositiva per ospitare più di 2.000 espositori di cui il 34% esteri e 650  giovani designer presenti nel Salone Satellite, il tutto visitato da più di 343.000 persone provenienti da 165 paesi.

Il Salone del Mobile non è solo fiera commerciale, ma una vera e propria fucina ardente di novità non solo tecnologiche, ma anche concettuali, dove il benessere  degli utilizzatori dei prodotti  e l’attenzione all’ambiente sono protagonisti. Partendo quindi da questo focus abbiamo scelto questi tre produttori italiani come simboli  esplicativi di questo approccio targato 2017.

LEGGI ANCHE: Bioedilizia, in Puglia si fa con i materiali naturali

Sedus se:joy  la seduta  divertente

Sedus, azienda di Cadorago (Co) produttrice internazionale di mobili per ufficio e specialista di ergonomia ha presentato in anteprima al Salone del Mobile la sua nuova seduta girevole se:joy. Si tratta di una sedia da ufficio flessibile, leggera, colorata e sopratutto divertente creata dal designer Martin Ballendat  che così la descrive: «Rispecchia la mia idea di realizzare prodotti indipendenti, riconoscibili e al contempo utili, efficienti e di impiego versatile nel maggior numero possibile di ambiti. Anziché un tradizionale telaio spesso, abbiamo utilizzato una struttura di supporto estremamente sottile e innovativa, che esprime raffinatezza e praticità di utilizzo».

 Lavorare in tutta comodità
Salone del Mobile
Mentre la zona della schiena di se:joy è elastica e flessibile, l’area di seduta funge da supporto e sostiene senza problemi il peso dell’ospite

Il supporto innovativo è stato realizzato in un materiale sintetico high tech, rivestito con un’unica membrana traspirante continua, ma con caratteristiche differenziate. Mentre la zona della schiena è elastica e flessibile, l’area di seduta funge da supporto e sostiene senza problemi il peso dell’ospite. Questo tessuto, declinato in un ampio spettro cromatico, appositamente sviluppato per Sedus se:joy, è indeformabile. Fra le dotazioni tecniche la regolazione intuitiva in altezza con ammortizzazione meccanica,  il meccanismo basculante attivabile e la base a cinque razze su rotelle piroettanti. Su richiesta, Sedus se:joy può essere dotata di braccioli ergonomici.

Snowsound® Fiber, il futuro della progettazione acustica

Oltre tre anni di ricerca hanno portato Caimi Brevetti, azienda di Nova Milanese in provincia di Monza e Brianza, che da 68 anni lavora sulla sperimentazione di prodotti e materiali, allo sviluppo e alla nascita di Snowsound Fiber.

Uno dei problemi dei luoghi pubblici e di lavoro è la progettazione acustica; se manca o non è fatta con i giusti materiali  il riverbero sonoro crea disagio ai fruitori di quello spazio. Snowsound Fiber, ripresentato con successo al Salone del Mobile, è una gamma di tessuti acustici fonoassorbenti prodotti in vari materiali. Ogni materiale ha una sua precisa texture che trasmette percezioni differenti e le cui rese acustiche dipendono non solo dal materiale ma anche dalla posa in opera (posizionamento nello spazio, distanza dalle pareti…), e possono essere calcolate utilizzando i sistemi di calcolo sviluppati appositamente da Caimi Brevetti.

Arte e design a braccetto al salone del Mobile

 

Salone del Mobile
Snowsound Fiber “interpretato” da Gillo Dorfles: quando l’opera d’arte è anche fonoassorbente

Le possibilità di utilizzo di un tessuto acustico sono infinite dando alla progettazione la scelta di personalizzare e di inventare nuove soluzioni fonoassorbenti adattandosi all’ambiente da trattare. Tutti i tessuti acustici Snowsound Fiber sono realizzati in poliestere al 100% con fibre intrinsecamente ignifughe, riciclabili al 100%. Sono lavabili e stirabili senza perdere le caratteristiche ignifughe ed acustiche.

Questa duttilità ha permesso a Caimi Brevetti di sperimentare con il progetto  Snowsound Art  nuove strade per far dialogare arte e design cercando di dare la sua personale risposta alla difficile questione: arte e design possono coesistere?  La risposta sono i  pannelli fonoassorbenti Snowsound-Art, realizzati su disegni  di Gillo Dorfles,  un esempio di come il dialogo tra arte e industria possa rappresentare la base anche per un prodotto di serie.

SM Divani Group  a km zero esporta in tutto il mondo

 Gianpietro Pansitta, general manager CEO di SM Divani Group  di Modugno (Bari), raccontando la sua azienda e i suoi prodotti,  sottolinea che sono caratterizzati da uno stile internazionale di alta gamma che ha  riscontrato  grande successo negli Stati Uniti d’America, precisamente a Miami, e a Sidney in Australia. Al Salone del Mobile sono arrivati con una nuova collezione di divani, poltrone e letti dove i punti di forza sono i nuovi materiali, nuovi colori , nuove tecnologie e sopratutto l’inserimento di particolari sartoriali.

Salone del Mobile
Tutti i materiali di produzione e i tessuti certificati di SM Divani Group sono a km. 0

«La peculiarità dei nostri prodotti è che tutte le lavorazioni sono effettuate artigianalmente in azienda – spiega Pansitta – a partire  dalla progettazione e realizzazione del  telaio in legno, che poi è verniciato ad acqua,  alle imbottiture e alle coperture che siano in pelle o in tessuto. Il filone produttivo è in linea e ci lavorano 75 dipendenti». Da precisare che tutti i materiali utilizzati in produzione come le  pelli di bovino certificate e i  tessuti  certificati  provengono da fornitori locali: per questo si possono definire “divani a km zero”.

Questione di brand

Eppure una volta finiti si preparano a compiere lunghi viaggi: SM Divani Group esporta infatti non solo in Usa e in Australia, ma in tutti i paesi dell’est Europa (ex Unione Sovietica), Medio Oriente, Sud Africa, Vietnam. L’azienda ha anche un altro brand, Itasofà, con una linea di prodotti dal prezzo più competitivo per un mercato medio. Nel prossimo futuro è in preparazione un nuovo brand dal design più  giovane e all’avanguardia con una cura particolare ai dettagli che si inserirà nel mercato di alta gamma.

 

 

 

Print Friendly

LEAVE A REPLY