Home Ambiente Lana e dintorni: un cinema all’aperto

Lana e dintorni: un cinema all’aperto

2107
0
SHARE

Si è sempre più abituati, anando al cinema, e effetti speciali e film in 3D che danno vita alle più strepitose fantasie: da esplosioni, maremoti o attacchi alieni (film in cui, puntualmente, Parigi è la prima città ad essere distrutta) a magici mondi come quello dipinto in Avatar, capolavoro di James Cameron. Siamo così assuefatti a certe visioni che ci siamo dimenticati come gli effetti speciali possano essere di ben varia natura, e anzi alle volte i più clamorosi effetti speciali sarebbero da definire “effetti normali”. Basta guardarsi intorno, specchiarsi nella natura, e capire così che se tante volte nel cinema si cerca un’evasione dal reale, alle volte è proprio questo reale a regalare la più bella delle evasioni.

È questo il concept alla base del cinema all’aperto realizzato a Merano, in Alto Adige: si tratta dell’unico cinema dove il film è lo spettacolo all’aperto offerto dalla natura sullo schermo sconfinato e luminoso delle montagne, invece di essere proiettato non negli spazi angusti e bui di una sala cinematografica. Gli amanti dei film d’azione come Die Hard o Last Action Hero potranno forse lamentarsi della trama, che invece di offrire fughe pericolosissime e sparatorie, spazia dalle montagne del Gruppo Tessa alle Dolomiti Patrimonio Unesco, in una cornice dal panorama mozzafiato sulla Valle dell’Adige.

cinema
Il cinema all’aperto “Knottnkino” è stato realizzato dall’artista Franz Messner nel 2000

Il nome di questo cinema della natura è Knottnkino; la sua “sala di proiezione” è una terrazza dotata di 30 posti a sedere in acciaio e legno di castagno, realizzata dall’artista Franz Messner nel 2000 e situata sullo sperone roccioso in cima al Monte Zoccolo, a 1.465 m di altitudine sopra Merano. È proprio da questa collocazione che deriva il suo nome: “Knottn”, infatti, significa “roccia” nel dialetto locale, e Kino vuol dire cinema in lingua tedesca.

Il film – una live action da non perdere – presentato agli spettatori segue lo spettacolare copione dettato dalla natura in una successione di scene sempre diverse a seconda del momento della giornata, della stagione, delle condizioni atmosferiche e dell’intensità e tonalità della luce; condizioni che regalano  sempre nuovi suggestivi panorami.

Print Friendly

LEAVE A REPLY