Home Eco weekend Ecopasqua, anche questo è weekend ecosostenibile

Ecopasqua, anche questo è weekend ecosostenibile

966
0
SHARE

Natura, centri storici, terrazze grottagliesi e volontariato. Pasqua (e Pasquetta) ecosostenibile e molto ancora

Aria di festa, nel weekend, per un sabato e domenica speciali; la Santa Pasqua e soprattutto il Lunedì dell’Angelo sono momenti perfetti per vivere la natura nel suo rifiorire primaverile Un weekend ecosostenibile perciò ci sta benissimo.

Trekking nella Selva di Fasano

Sabato 15 aprile grandi emozioni per chi vuol conoscere paesaggi e panorami della Selva di Fasano. Il trekking proposto dalla Cooperativa Serapia si snoda lungo i sentieri sterrati del Sito d’Importanza Comunitaria Murgia dei Trulli. Da quota 120 metri si salirà fino a 400 metri, con la piacevole sensazione di planare sulla piana di ulivi di Monopoli e Fasano, ammirando l’orizzonte del mare Adriatico. La passeggiata tra lecci e macchia mediterranea condurrà anche al famoso Buco della Selva di Fasano, vero e proprio monumento naturale creatosi dall’erosione di una roccia aggettante nel vuoto che ha preso le sembianze di un elefante che guarda con un occhio verso la murgia e con l’altro verso il mare.

Martina Franca tra sacro e profano

Chi preferisce passeggiare tra i vicoli, può scegliere una visita guidata a Martina Franca, per scoprire le bellezze del suo centro storico ma anche le antiche tradizioni pasquali, come la tinteggiatura delle case a latte di calce nella quarantena, oppure i riti della Settimana Santa, peraltro forte tradizione religiosa in tutta la regione (per saperne di più clicca qui ). La passeggiata si concluderà con il falò organizzato in occasione dello sparo della quarantena, un fantoccio appeso tra le strade del borgo antico e rappresentativo della Quaresima, per augurarci il passaggio dall’inverno alla primavera.

Pasqua al mare

Domenica 16 aprile una proposta può essere festeggiare la Pasqua in natura, tra olivi monumentali, pascoli, campi di grano, piccoli canyon, dune di sabbia finissima e spiaggia. Siamo alla Casa del Parco Dune Costiere, per dirigerci verso il mare. Tra ulivi millenari e campi di grano, percorreremo Lama Torre Bianca fino ad un villaggio medievale scavato nella roccia. Ma ci sarà modo di visitare anche gli stagni del fiume Morelli, dove insiste un antico impianto di pesca al cefalo e all’anguilla e faremo la conoscenza delle piante che crescono sulle dune e dei ginepri secolari. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività di promozione del Parco delle Dune Costiere. Per info clicca qui.

Pasqua ecosostenibile a Grottaglie

evento ecosostenibile
“Up to the Jefu” celebra il rito della terrazza, un luogo tutto pugliese ideale per ritrovarsi.

Dal tramonto in poi, invece, ci trasferiamo a Grottaglie, in uno dei quartieri più celebri al mondo, quello delle ceramiche, sulla terrazza panoramica della Bottega Ciro Bonfrate di Eligio Bonfrate. A partire dalle 18,30 buona musica e un calice di vino all’ombra del Castello Episcopio.

Prende le mosse così Up To The Jefu, un’idea di Antonio Piergianni sotto la direzione artistica di Sabrina Morea che durerà fino a luglio con una cadenza di eventi ogni venti giorni; celebra il rito della terrazza, un luogo tutto pugliese ideale per ritrovarsi. “Up to the Jefu”, infatti, tradotto tra inglese e Grottagliese vuol dire sulla terrazza, come spiega Piergianni, “idea nata dall’unione tra le mie passioni: il mondo agricolo, la musica e il turismo”. Eccellenze gastronomiche, come vini biologici e birre artigianali ad accompagnare finger food, e selezione musicale tra vecchi e rari 33 giri. Progetto già accolto da altre botteghe di Grottaglie come Domenico Caretta Maioliche e che aspira a coinvolgere altre terrazze del quartiere delle Ceramiche ma anche masserie e non solo.

Ma anche Pasquetta è ecosostenibile

ecosostenibile
Passeggiata nel Parco delle dune costiere il giorno di Pasqua

Lunedì tutti pronti per tradizione alle gite fuori porta. Nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia è aperto dalle 9 alle 18 il centro visita Torre dei Guardiani. Per chi lo desidera, in mattinata, dalle 9 alle 13, è in programma l’escursione a piedi nel territorio di Ruvo di Puglia, a Lama Ferrata, Jazzo Rosso e nella zona di rimboschimento della Ferratella. Chi preferisce rilassarsi può anche solo prenotare uno spazio per il proprio pic-nic all’ombra della Torre. Per ognuna delle attività in programma è necessario inviare telefonare al numero 080.3743487 oppure inviare una mail all’indirizzo prenotazionitorredeiguardiani@gmail.com. L’escursione è a cura dell’ATS “Torre”, l’Associazione Temporanea di Scopo, “Torre” formata da Di.Di. srl (Oasi Naturale di Torre Calderina), Laetitia, Terrae, Ulixes, Verderame, che ha in gestione il Centro Visita Torre dei Guardiani. Alcune delle attività in programma sono in collaborazione con le 29 associazioni partner dell’ATS.

Una scampagnata solidale

E per concludere le nostre ecoproposte, un’insolita alternativa dell’associazione di volontariato In.Con.Tra, a Bari. Si chiama “Scampagnata in città” e l’idea è quella di trascorrere il lunedì festivo in compagnia dei senza fissa dimora e degli assistiti della stessa associazione all’insegna dello svago e del divertimento. Tante le associazioni che aderiscono all’evento benefico, compresa l’amministrazione Comunale che ha contribuito ad accelerare le operazioni di adeguamento e valorizzazione di un locale in piazza per l’associazione e le sue svariate attività. Appuntamento in piazza Balenzano dal mattino. Chiunque volesse prendere parte all’evento può farlo mandando un messaggio alla pagina Facebook dell’associazione In.Con.Tra o una mail all’indirizzo associazione.incontra@gmail.com.

Print Friendly

LEAVE A REPLY