Home Agricoltura Agricoltura sociale a Bari con il Guerilla Knitting

Agricoltura sociale a Bari con il Guerilla Knitting

445
0
SHARE
agricoltura sociale

Agricoltura sociale e rigenerazione urbana sostenute il primo evento di Guerilla Knitting organizzato a Bari dai volontari di Un Parco da Vivere.

Agricoltura sociale e riqualificazione della città sono argomenti molto sentiti dai giovani.

I ragazzi e i volontari del progetto Un parco da vivere hanno deciso di combattere il grigiore della città a colpi Guerilla Knitting, in programma il 31 marzo in piazza Cesare Battisti a Bari.

Non si tratta di una lotta violenta, ma di un atto creativo di street art per decorare l’ambiente urbano dei colori della natura.

Con il Guerrilla Knitting i volontari di Un Parco da Vivere, il progetto di agricoltura sociale del Parco di Lama Balice promosso dalla Cooperativa Sociale Tracceverdi e dalla Confederazione Italiana Agricoltori Puglia, vogliono portare il verde fin dentro la città.

LEGGI ANCHE: Peronospora, stretta sul fungo killer della vite

Grazie al lavoro dei partecipanti e di tutti i volontari in piazza Cesare Battisti, nel cuore di Bari, saranno allestiti gli alberi e gli arredi urbani con oggetti realizzati dagli stessi ragazzi durante i laboratori del progetto.

Le armi usate sono uncinetto, ferri, lana, cotone, pon pon.

Con colpi di “diritto e rovescio” gli spazi pubblici abbandonati si trasformeranno in arcobaleni.

Questo è l’obiettivo di un attacco di Guerrilla Knitting in piena regola per sensibilizzrae i cittadini al concetto di agricoltura sociale.

Per Bari non è certo una novità. Basti ricordare alcune delle installazioni realizzate negli anni scorsi  tra le panchine del lungomare e gli alberi di piazza Umberto grazie all’intraprendenza dei guerriglieri di Effetto Terra di Bari.

L’iniziativa di agricoltura sociale di non avverrà a sorpresa, ma tutto in pieno giorno ed alla luce del sole. Sarà un momento di colorazione partecipata per richiamare l’attenzione della cittadinanza sul disagio psicofisico e sul valore delle terapie dell’anima. Un disagio, quello psicofisico, che si aggrava in molti casi di solitudine e marginalità.

Agricoltura sociale con il guerilla knitting:

Il Guerrilla Knitting sceglie i luoghi di degrado, di abitudine quotidiana ma magari trascurati e si interviene con lana, cotone e creatività. Questi eventi hanno la potenza di richiamare l’attenzione del pubblico attraverso installazioni temporanee ed ad alto impatto immaginario.

L’evento è in programma venerdì 31 marzo alle ore 10:00 in piazza Cesare Battisti a Bari. Per info e partecipazioni potete scriverci su attivita@unparcodavivere.it  o contattare telefonicamente lo staff al 348-2682738.

 

Print Friendly

LEAVE A REPLY